Obiettivi formativi

Il Corso di Laurea in Ingegneria Gestionale ha l'obiettivo di fornire una solida preparazione scientifica di base unitamente ad un panorama delle problematiche tecniche e dei metodi ingegneristici per la soluzione di problemi nel campo professionale dell'ingegneria gestionale.
Il livello di competenze conseguito al termine del percorso formativo permette al laureato di inserirsi ed operare nel mondo del lavoro in ambiti molto diversificati e qualificati, tra i quali la reingegnerizzazione dei processi aziendali, lo sviluppo di modelli, sistemi e applicazioni di supporto alle decisioni, la progettazione di sistemi e procedure organizzative per l'interazione tra imprese e tra queste e gli acquirenti dei beni e servizi prodotti, la configurazione dei sistemi di pianificazione e controllo delle attivita' operative e finanziarie, la gestione operativa di progetti complessi, la gestione della produzione e della distribuzione. La preparazione generale fornita consente al laureato di acquisire, anche autonomamente, ulteriori competenze specifiche. Il percorso formativo risponde, dunque, ai bisogni emergenti delle imprese e del contesto istituzionale ove è chiamato a operare.
Nel contempo, il Corso di Laurea triennale ha l'essenziale funzione di preparare al Corso di Laurea Magistrale in Ingegneria Gestionale, che fornisce una più completa e approfondita competenza sugli argomenti centrali dell'Ingegneria Gestionale, oltre ad una specializzazione operativa e professionalizzante di alto livello nei settori della gestione aziendale, della gestione delle operations, nella finanza d'azienda e nella gestione dei sistemi produttivi, e che risultata essere il principale sbocco per i laureati triennali in Ingegneria Gestionale che hanno deciso di completare il percorso di studi universitari.
Il percorso formativo prevede insegnamenti più generali che costituiscono la base disciplinare della classe L-9, ai quali sono affiancati insegnamenti più specifici dell’ingegneria gestionale. A completamento, il percorso formativo prevede la maturazione di competenze tecniche specifiche degli specifici ambiti industriali nel quale l'ingegnere gestionale tipicamente si trova a operare. Nello specifico, il percorso formativo è articolato in semestri nei quali vengono fornite agli studenti solide conoscenze nelle seguenti aree di apprendimento:
- Scienze di Base, comprendente le principali conoscenze di interesse ingegneristico della matematica e geometria, della fisica, della chimica e dell’informatica, con lo scopo di fornire conoscenze metodologiche e scientifiche che costituiscono il presupposto della formazione di un ingegnere gestionale.
- Ingegneria Gestionale ed Economia, comprendente le conoscenze fondamentali dell'ingegnere gestionale quali l’economia aziendale, la gestione aziendale, la finanza aziendale, il diritto, la gestione della produzione, gli impianti industriali.
- Ingegneria Industriale, relativamente alla meccanica, alla progettazione di componenti industriali, alle tecnologie di produzione, alla fisica tecnica ed alle macchine e sistemi energetici.
I risultati dell'apprendimento vengono verificati con esami di profitto ai quali consegue l'assegnazione di un voto, oppure con prove pratiche che si concludono con un giudizio di idoneità, nel rispetto del numero massimo di esami previsto. Si prevede la possibilità di erogare insegnamenti anche in lingua inglese, al fine di incrementare l'internazionalizzazione del CdS.