METALLURGIA

Docenti: 
CERRI Emanuela
Crediti: 
6
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2019/2020
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
METALLURGIA (ING-IND/21)
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre

Obiettivi formativi

Conoscenze e capacità di comprendere: mediante le lezioni frontali tenute durante il corso, lo studente acquisirà i metodi e le conoscenze sulle principali classi di metalli ferrosi (acciai e ghise) e leghe leggere (leghe di Alluminio, di Magnesio) con enfasi sulla relazione tra le proprietà meccaniche e la microstruttura.Capacità di applicare conoscenza e comprensione:
Mediante le esercitazioni pratiche svolte in classe o in laboratorio relativamente ad alcuni argomenti del programma, gli studenti apprendono come applicare le conoscenze acquisite in un contesto reale di problematiche industriali.Autonomia di giudizio
Lo studente dovrà essere in grado di comprendere e valutare in maniera critica gli elementi alliganti nelle principali classi di metalli studiati, i trattamenti termici, la microstruttura, le caratteristiche meccaniche e fisiche e i principali impieghi, in modo da poter ambire a dare indicazioni sulla scelta progettuale del materiale metallico. Capacità comunicative
Tramite le lezioni frontali e il confronto con il docente, lo studente acquisisce il lessico specifico inerente la metallurgia fisica e le principali classi di metalli ferrosi e non. Ci si attende che, al termine del corso, lo studente sia in grado di trasmettere, in forma orale e in forma scritta, i contenuti del corso e le problematiche metallurgiche.
Capacità di apprendimento
Lo studente che abbia frequentato il corso sarà in grado di approfondire le proprie conoscenze in ambito metallurgico attraverso la consultazione autonoma di testi specialistici, riviste scientifiche o divulgative, anche al di fuori degli argomenti trattati strettamente a lezione, al fine di affrontare efficacemente l’inserimento nel mondo del lavoro o intraprendere percorsi di formazione successivi.

Contenuti dell'insegnamento

Il corso propone le principali classi di metalli ferrosi (acciai e ghise) e leghe leggere (leghe di Alluminio, di Magnesio e di Titanio) allo scopo di comprendere i diversi tipi di utilizzo e impiego. Particolare enfasi è riservata alla influenza della microstruttura sulle caratteristiche meccaniche dei componenti. La prima parte del corso verte quindi su argomenti di metallurgia fisica e fondamentale per avere solide base che consentano di affrontare le varie classi di leghe ferrose e non ferrose previste nel programma.

Programma esteso

Cenni di metallurgia fisica e fondamentale: solidificazione di metalli e leghe, difetti, diffusione con applicazione ai trattamenti termici. Tecniche di indagine microstrutturale dei metalli: cenni di microscopia ottica, elettronica.
Classificazione acciai. Acciai generali da costruzione, acciai speciali da costruzione, acciai maraging, acciai per utensili, acciai inossidabili, acciai per impieghi ad alte e basse temperature, acciai al 13% Mn, acciai per getti. Ghise: classificazione, ghise bianche, ghise grigie, forma e distribuzione della grafite, proprietà meccaniche, ghise perlitiche, ghise legate, ghise sferoidali, ghise ADI.
Metalli non ferrosi. Alluminio e sue leghe: designazione, leghe da fonderia, leghe da lavorazione: da trattamento termico, da incrudimento. Magnesio e sue leghe: designazione, leghe da fonderia e da lavorazione.

Bibliografia

Le slides proiettate durante il corso sono rese disponibili agli studenti sulla piattaforma Elly. Sono consigliati i seguenti testi per lo studio degli argomenti trattati nel corso: i) I.J. Polmear, Light alloys –Metallurgy of the Light Metals, 3 ed.Butterworth-Heinemann, Oxford (2000); ii) W. Nicodemi, Metallurgia: principi generali, Zanichelli (2007); iii) W. Nicodemi, Acciai e leghe non ferrose, Zanichelli editore (2008).

Metodi didattici

Il corso si svolge in 6 CFU, che corrispondono a 48 ore di lezione. Le attività didattiche saranno condotte privilegiando lezioni frontali in aula nelle quali saranno affrontati gli argomenti del corso da un punto di vista teorico, al fine di favorire la comprensione delle varie classi di materiali metallici con particolare enfasi alla relazione tra la microstruttura e le proprietà meccaniche. Saranno condotte delle esercitazioni in aula.

Modalità verifica apprendimento

La verifica dell’apprendimento avviene con una prova scritta. La prova si articola in 7-8 quesiti che possono vertere su contenuti teorici o esercitazioni affrontate durante il corso. La prova si intende superata se si raggiunge la valutazione di almeno 18/30. La lode è assegnata in caso di raggiungimento del massimo punteggio totale e si dimostri padronanza del lessico disciplinare.