INGEGNERIA DELLA SICUREZZA ANTINCENDIO E RESISTENZA AL FUOCO DELLE STRUTTURE(2°MOD)

Docenti: 
BELLETTI Beatrice
Crediti: 
3
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2019/2020
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
TECNICA DELLE COSTRUZIONI (ICAR/09)
Semestre dell'insegnamento: 
Secondo Semestre

Obiettivi formativi

Conoscenze e capacità di comprendere:
Conoscenza del funzionamento meccanico delle strutture soggette al fuoco. Conoscenza delle indicazioni normative per il loro calcolo. Conoscenza dei dettagli costruttivi e dei sistemi di protezione antincendio.

Competenze:
Capacità di scegliere, disporre e predimensionare i diversi elementi strutturali in cemento armato, acciaio, muratura e legno.

Autonomia di giudizio:
Lo studente dovra’ essere in grado calcolare gli elementi strutturali e scegliere i metodi di protezione antincendio

Capacità comunicative:
Durante il corso lo studente deve affinare la proprietà di linguaggio, con specifico riferimento alla terminologia tecnica specifica dell’insegnamento, per comunicare in maniera efficace e puntuale il proprio progetto.

Capacità di apprendimento:
Lo studente deve acquisire la capacità, una volta individuata la problematica da risolvere, di selezionare la scelta progettuale più idonea anche valutando opzioni non perfettamente identiche a quelle esposte durante il corso. Sarà inoltre in grado di consultare i principali riferimenti bibliografici del settore

Prerequisiti

Non ci sono prerequisiti obbligatori.
Sono propedeutiche nozioni di base di Scienza delle Costruzioni e Tecnica delle Costruzioni: risoluzone di unatrave sempliemente appoggiata, stato di tensione in trave inflessa lineare elastica

Contenuti dell'insegnamento

Aspetti di teorici e applicativi per la progettazione antincendio di strutture in cemento armato, acciaio, muratura e legno.

Programma esteso

1) La resistenza al fuoco secondo la norma nazionale e gli eurocodici.
2) Le azioni sulle costruzioni esposte all’incendio secondo EN 1991-1-2
3) Progettazione antincendio di strutture in c.a. secondo EN 1992-1-2 e UNI 9502. Approccio tabellare e metodo analitico; Sistemi di protezione delle strutture
4) Progettazione antincendio di strutture in acciaio secondo EN 1993-1-2 e UNI 9503. Approccio grafico e metodo analitico. Sistemi di protezione delle strutture
5) Progettazione antincendio di strutture murarie secondo EN 1996-1-2 Sistemi di protezione delle strutture
6) Progettazione antincendio di strutture in legno secondo EN 1995-1-2 e UNI 9504. Sistemi di protezione delle strutture

Bibliografia

Caciolai, Ponticelli, Resistenza al fuoco delle costruzioni, UTET

Buchanan AH, Gambarova P, Felicetti R, "Progetto delle strutture resistenti al fuoco", HOEPLI

Fantilli, Gambarova, Tattoni "Strutture resistenti al fuoco", EPC, 2017

Ulteriore materiale didattico a disposizione sul portale Elly: PDF delle slides utilizzate durante il corso. PDF di tutte le esercitazioni svolte

Metodi didattici

Lezioni teoriche frontali svolte alla lavagna

E' prevista da parte del singolo studente la redazione di un esercizio relativo alla verifica all'incendio di una semplice struttura in cemento armato (es. trave, soletta, pilastro). La relazione è discussa all' esame

Modalità verifica apprendimento

La verifica dell’apprendimento è basata su una prova orale in cui viene discusso un lavoro progettuale assegnato ad inizio corso e condiviso dai due docenti.
La votazione finale viene determinata in modo collegiale dai due docenti sulla base dei seguenti criteri:
Conoscenze: domande teoriche e discussione del progetto (max 18 punti)
Capacità comunicative: proprietà di linguaggio (max 3 punti)
Autonomia di giudizio: scelte progettuali (max 9 punti).
La prova è superata se raggiunge un punteggio pari ad almeno 18 punti. La lode viene assegnata nel caso del raggiungimento del massimo punteggio su ogni item a cui si aggiunga la padronanza del lessico disciplinare.

Altre informazioni

E’ vivamente consigliata la frequenza del corso