DIRITTO DELL'AMBIENTE E DELL'ENERGIA

Docenti: 
Crediti: 
6
Anno accademico di offerta: 
2019/2020
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
DIRITTO AMMINISTRATIVO (IUS/10)
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

Italiano

Obiettivi formativi

Il corso ha come obiettivo quello di fornire allo studente una conoscenza teorica delle discipline e degli istituti giuridici relativi alla tutela dell'ambiente e alla produzione di energia, con particolare riferimento a quella rinnovabile. L'obiettivo è anche quello di far cogliere le implicazioni pratiche dello studio di queste discipline e le interrelazioni con le altre discipline scientifiche oggetto del Corso di Laurea. Più nello specifico:
Capacità di giudizio: essere in grado di valutare l’impatto giuridico dell’attività professionale come ingegnere, nonché scegliere la struttura giuridica ed economica che più si attaglia alla sua attività.
Capacità di apprendimento: essere in grado di approfondire la conoscenza nel campo del diritto dell’ambiente, grazie alla consultazione autonoma dei testi, delle pronounce giurisprudenziali e degli articoli.

Contenuti dell'insegnamento

PROFILI GENERALI.
1.L’emersione dell’interesse ambientale nella sfera giuridica.
2.La materializzazione dell’interesse all’ambiente.
3.Le fonti normative.
4.Le funzioni e l’organizzazione.
5.Le funzioni e i procedimenti.
6.Situazioni giuridiche soggettive, danni e tutele.

SECONDA PARTE. APPROFONDIMENTI.
1.L’ambiente come funzione. Servizi economici e capitale naturale.
2.Le trasformazioni della legalità nel diritto ambientale.
3.L’allocazione delle funzioni normative e amministrative.
4.La valutazione del rischio ambientale.
5.Il principio dello sviluppo sostenibile.
6.Strumenti di mercato a tutela dell’ambiente.
7.Le certificazioni ambientali.
8.Governo del territorio e ambiente.
9.L’ambiente e i piani urbanistici.
10.I Rifiuti dallo smaltimento alla prevenzione.

APPROFONDIMENTI RELATIVI AL DIRITTO DELL’ENERGIA
ENERGIA E AMBIENTE
Due facce di una stessa realtà.
Energia: il valore paradigmatico di una parabola concettuale. Dal contratto al potere pubblico.
Organizzazioni separate e valutazioni procedimentali degli interessi pubblici in gioco.
Le alterne vicende dell’interesse pubblico primario.
Fonti rinnovabili e incentivo per l’uso di energia compatibile con l’ambiente.
L’integrazione delle politiche e la valutazione congiunta degli interessi pubblici nei procedimenti unitari.

FONTI ENERGETICHE RINNOVABILI
Fonti e nozioni fondamentali
Riparto delle funzioni amministrative
Struttura dei procedimenti

Bibliografia

Diritto dell'ambiente
a cura di
Giampaolo Rossi
G.Giappichelli Editore
2017

M. Cocconi, Poteri pubblici e mercato delle fonti rinnovabili, Francoangeli, 2014

Metodi didattici

Il corso si pone l’obiettivo di illustrare i principali profili regolatori che interessano, nel settore dell’ambiente, l’ingegnere gestionale. Nel corso delle lezioni si utilizzeranno le seguenti modalità di apprendimento: lezioni frontali, studio di casi, seminari di approfondimento. Saranno presenti fin dall’inizio del corso, sulla piattaforma Elly delle slides di supporto alle lezioni e del materiale di approfondimento.

Modalità verifica apprendimento

I risultati dell’apprendimento saranno periodicamente monitorati attraverso la somministrazione di prove intermedie e lo svolgimento di seminari interattivi. L’esame finale si svolgerà in forma orale, al fine dell’assegnazione del voto, espresso in trentesimi La lode viene assegnata in caso di ottima padronanza sia dei contenuti sia del lessico tecnico. Il voto della prova viene comunicato immediatamente al termine della prova stessa. Lo studente ha la facoltà di non accettare il voto assegnato. Si ricorda che l’iscrizione alla data prescelta per l’esame è obbligatoria per lo svolgimento della prova orale.